Chi siamo PDF Stampa

L’Associazione Guide Esercizi spirituali nella Vita Ordinaria (AGEVO) è una comunità di cristiani che svolgono un servizio di accompagnamento spirituale secondo il metodo degli Esercizi Spirituali Ignaziani dati nella vita ordinaria.

Tra noi ci sono alcuni sacerdoti, religiose e religiosi di vari ordini, ma in gran parte siamo laici e laiche con i normali impegni familiari e di lavoro. Apparteniamo a varie diocesi e molti di noi sono impegnati nel volontariato, nelle associazioni e nelle parrocchie.

Chiamati a servire ...

Dopo aver fatto gli EVO e aver maturato i frutti di orientamento a Cristo della propria vita e di scoperta della propria vocazione, ciascuno di noi è stato invitato a discernere l'ambito di impegno nel quale il Signore lo chiamava a dare il suo contributo per la costruzione del suo regno. Alcuni si sono sentiti confermati, non senza stupore e timore, al servizio di accompagnamento spirituale come servizio amorevole alle persone e risposta alle povertà spirituali del nostro tempo. Ciò, naturalmente, ha comportato e comporta un serio lavoro di formazione personale, di preghiera e di ascolto permanente del Signore nella Parola e nella Vita.

... a condividere e crescere insieme ...

Il nostro però non è solo un impegno personale ma comporta l'appartenenza ad una comunità di guide che si ritrova con una certa frequenza per condividere le esperienze, per crescere insieme nella preghiera e nella conoscenza della Parola e dei testi Ignaziani, per fare una profonda e rigenerante esperienza di Dio presente e operante nella nostra vita e in quella di ciascun esercitante. In questa comunità condividiamo la stessa vocazione e gli stessi interessi, ma ciò che ci unisce e ci rende amici è la presenza del Signore. Tra di noi, lo diciamo con molta umiltà e rendendo gloria a Dio per questo, sono visibili i frutti dello Spirito, quali l’accoglienza, la gioia dell’incontro, l’aiuto e il consiglio reciproco, la simpatia e la stima, il desiderio comune di camminare insieme a Cristo e di condividere le fatiche e le gioie del suo servizio.

... ad essere in comunione ...

C’è dunque tra noi, come dono dello Spirito, una profonda comunione nel “sentire cum Cristo”, nel cercare e nel praticare i suoi sentimenti, le sue scelte, il suo stile di accompagnamento; c’è anche una profonda comunione nel progettare, praticare, verificare, discernere la stessa azione apostolica ignaziana di “ayudar a las almas”. Gradualmente abbiamo imparato ad essere una comunità di amici che si vogliono bene nel Signore, una comunità che avverte l’esigenza di “sentire cum ecclesia” vivendo in ascolto nelle parrocchie e nelle diocesi, offrendo ciò che ci è stato donato in termini di presenza attiva, per il maggior bene comune.

... a formarci ...

Come guide ci ritroviamo con regolarità per la formazione, lo studio, la verifica spirituale personale, l’analisi di casi concreti di accompagnamento, quali attività indispensabili per una buona azione di accompagnamento. La formazione, garantita da una continua opera di supervisione delle guide a cura di un Padre Gesuita, assicura nel tempo la fedeltà al metodo ignaziano degli esercizi, ne affina lo stile e contribuisce alla fedeltà e all’approfondimento dell’incontro quotidiano con Cristo nella preghiera.